• Home/
  • Calendario
  • / L'amido do fasol

L'amido do fasol

06.06.2012 | Presentazione volume | Sede Aosta
 

 

 Strada Cappuccini 2A, ore 17.30

 

L'amido do fasol (Alberto Rizzuti, Edizioni dell'Orso, 2011) è un'introduzione alla cultura ed alla teoria musicale sotto forma di romanzo epistolare. Lo scambio di e-mail tra due amici, entrambi studenti universitari, l'uno di musicologia a Parigi, l'altro di giurisprudenza in Italia, induce quest'ultimo ad un viaggio di formazione attraverso la penisola al fine di costruirsi una cultura musicale e far colpo sulla giovane danseuse francese conosciuta in vacanza. Di lettura accattivante, porta anche colui che nulla sa di musica ad appassionarsene, pure negli aspetti tecnici più ostici.

 
Un capitolo de L'amido do fasol è dedicato al Rigoletto. In particolare al duetto, definito western, tra Rigoletto ed il sicario Sparafucile, sottolineato dal cupo ronzare del violoncello. Situazione assai realistica, dalla cui illustrazione prenderà l'avvio una lezione di avvicinamento a Rigoletto ed al realismo nell'opera di Giuseppe Verdi.
 
In aggiunta alla visione di alcune scene, sono previste esecuzioni dal vivo di brani dell'opera e letture tratte da Le roi s'amuse di Victor Hugo, fonte del libretto.
 
 
PARTECIPANO ALLA PRESENTAZIONE DEL VOLUME
 
Alberto Rizzuti (Torino, 1963), laureatosi in Lettere nell'Università di Torino ed addottoratosi in musicologia nella University of Chicago, è professore associato nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Torino, ove insegna Storia della Civiltà Musicale. La sua attività di ricerca ha finora privilegiato la musica del XVIII e XIX secolo.
 
Valerio Zanolli (Vercelli, 1987) è un giovane baritono. Il suo repertorio spazia dalla musica medioevale a quella contemporanea. Tra gli ensemble con cui collabora l'Accademia del Santo Spirito, Elyma, Vox Libera. Ha partecipato a concerti in Italia, Francia e Svizzera in rassegne nazionali e internazionali tra le quali MITO Settembre Musica, Le Chant des Pierres, European Music Day nonché nell'ambito dei concerti dell'Unione Musicale a Torino.
 
Stefano Moretti (Acqui Terme, 1980) è attore, regista e dottore di ricerca in Letterature Comparate. Diplomato presso la scuola di teatro del Piccolo Teatro di Milano, per dieci anni lavora con Luca Ronconi. Ha preso parte alle opere di musica contemporanea Unreported Inbound Palermo di Alessandro Melchiorre e Intolleranza 1960 di Luigi Nono per il Teatro La Fenice di Venezia. Si è occupato di drammaturgia barocca, letteratura inglese e francese. Dal 2010 è per due volte vincitore della borsa di ricerca CRT - Master dei Talenti sul cinema di Luchino Visconti.