• Home/
  • Calendario
  • / La condizione dei giovani in Europa. Tra crisi economica e riforme del mercato del lavoro, il ruolo delle politiche per i giovani a livello locale ed internazionale

La condizione dei giovani in Europa. Tra crisi economica e riforme del mercato del lavoro, il ruolo delle politiche per i giovani a livello locale ed internazionale

25.09.2015

Seminario presso Trentino School of Management – via Giusti, 40 – Trento

 
 
 
La crisi economica che ha investito l'Europa, l'Italia ed il Trentino a partire dalla Grande Recessione del 2008, ha colpito in modo particolare i giovani. Lo dimostra il livello della disoccupazione tra i giovani tra 15 e 24 anni che nell'area Euro nel 2014 ha raggiunto il 23,8%.
 
 
Di fronte a tutto ciò le istituzioni europee non sono rimaste inerti. L'Unione europea ha lanciato il programma Youth Guarantee per la presa in carico e l'inserimento al lavoro dei giovani inoccupati e disoccupati. Anche la Provincia di Trento ha attuato con risultati incoraggianti la Garanzia Giovani per dare una prima risposta a chi, terminati gli studi o alle prese con impieghi discontinui, cerca un lavoro in un contesto occupazionale non facile.
 
 
Il Trentino, d'altronde, ha una lunga storia di politiche per e con i giovani che, assieme agli strumenti del Servizio Civile, partono dalla valorizzazione del territorio e delle realtà locali: è questo il contesto in cui nasce, vive e si struttura il protagonismo dei giovani. Dal confronto delle diverse esperienze nasce una progettazione partecipata dalla rete dell'associazionismo giovanile e dai soggetti istituzionali che, in una logica di scambio continuo tra la dimensione locale, nazionale ed europea, permette di promuovere tra i giovani i principi di una cittadinanza attiva, consapevole e e responsabile.
 
 
Su questo impianto e grazie alle maturate esperienze nel campo delle politiche del lavoro, tutti gli attori sociali ed economici dentro la comunità trentina debbono continuare a scommettere sulle nuove generazioni: sono i giovani infatti a possedere la chiave in grado di aprire le porte al cambiamento e sperimentare soluzioni nuove a problemi antichi perché, "dalle spalle dei giganti", possono guardare oltre l'orizzonte del presente. Promuovere i loro talenti e sostenerne il protagonismo a tutti i livelli significa investire sul futuro.
 
Interverrà il dott. Patrik Vesan, Dipartimento di Scienze economiche e politiche Univda.