GIANMARIO RAIMONDI

Curriculum Vitae

Nato ad Albenga (SV) il 21.02.1962.

Laureato in Filologia Romanza all’Università degli Studi di Torino e diplomato in Paleografia, archivistica e diplomatica alla scuola dell’Archivio di Stato di Torino, ha proseguito la sua formazione all’Università “La Sapienza” di Roma (dottorato di ricerca in Filologia romanza ed italiana con una tesi dal titolo Les eschés amoureux. Studio preparatorio all'edizione dei vv. 1-16300).

In qualità di cultore della materia e contrattista ha collaborato, fra il 1995 ed il 2001, con le facoltà di Lettere e di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Torino, nell’ambito delle discipline di Filologia Romanza, Latino medievale, Storia della lingua italiana e Dialettologia, e con la Scuola Superiore per l’Insegnamento nelle Secondarie di Torino, dove ha insegnato Strumenti e modelli didattici per l’insegnamento della lingua italiana.

Fra il 1991 e il 2002 ha collaborato con l’Atlante Linguistico ed Etnografico del Piemonte Occidentale (ALEPO) presso il Dipartimento di Scienze del Linguaggio dell’Università degli Studi di Torino, dove ha svolto attività di ricerca sul trattamento geolinguistico dei dati dialettali. Nel medesimo ambito, dal 1996 a tutt’oggi collabora anche con l’Atlas des Patois Valdôtains, di cui è dal 2005 Codirettore.
Dal novembre 2002 all’agosto 2006 è stato Ricercatore di Linguistica italiana all'Università della Valle d'Aosta, prima presso il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione, poi presso quello in Lingue e Comunicazione, insegnando anche alla Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Superiore, dove ha ricoperto il ruolo di Coordinatore per l’Area Linguistico-Letteraria e di Responsabile degli stages all’estero. È stato inoltre Presidente dell’Istituto Regionale di Ricerca Educativa-Valle d’Aosta dal 2006 al 2009 e rappresentante dell’Università nel medesimo istituto.

Dal settembre 2006 è Professore Associato sulla disciplina di Linguistica italiana (L-FIL-LET/12) prima nella Facoltà di Lingue e Comunicazione, poi nel Dipartimento di Scienze Umane e Sociali. Nel gennaio 2014, a seguito delle procedure di Abilitazione Scientifica Nazionale, è risultato idoneo al ruolo di professore di prima fascia nel settore concorsuale 10/F3 Linguistica e filologia italiana,

Per la Facoltà di Lingue e Comunicazione, è stato Vice-Preside (2007-2011), Preside pro-tempore (2011-2012) e dal 2008 al 2011 Responsabile del progetto di cooperazione transfrontaliera FORPROFI (Formation Professionalisante Franco-Italienne), finanziato dall’Unione Europea (ALCOTRA 2007-2013), condotto in partenariato con l’Université de Chambéry. Dal marzo 2012 al dicembre 2013 è stato Vice-Direttore del Dipartimento in Scienze Umane e Sociali. A livello di Ateneo, è membro dal 2006 del Comitato Direttivo del Centro Linguistico di Ateneo; dal 2005 è Coordinatore della Commissione Biblioteca e Delegato Rettorale ai sistemi blbliotecari. Nell'ambito della formazione degli insegnanti, è stato Direttore (dal 2008 al 2010) del Corso di Perfezionamento in Didattica dell’Italiano come L2, membro del Comitato Direttivo SSIS-Valle d'Aosta e Coordinatore dell'indirizzo Linguistico-Letterario dal 2002 al 2007, Coordinatore delle attività di formazione dei Corsi Speciali Abilitanti (2007) e del Tirocinio Formativo Attivo (2014/2015) sempre per l'indirizzo Linguistico-Letterario (Classi di Abilitazione A043, A050).

Dal 2007 fa parte del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato in Dialettologia, geolinguistica e sociolinguistica (Sedi consorziate: Univ. di Torino, Lecce, Palermo, Monaco di Baviera, Neuchâtel, Grenoble). Nel 2002 è stato coordinatore di Unità Locale per il progetto CNR “Agenzia 2000” Antroponimia italiana fra medioevo ed età moderna (Coord. M. G. Arcamone, Univ. di Pisa; ); nel 2007 il suo progetto ASAVDA-Archivio Storico Antroponimico della Valle d'Aosta ha ricevuto il finanziamento dalla Fondazione CRT "Progetto Alfieri 2007"; nel 2008 ha partecipato al PRIN ‘Writing abroad’: la corrispondenza estera di Elisabetta I (Coord. C.M. Bajetta, Università della Valle d'Aosta); nel 2012 è risultato vincitore del bando PRIA (Progetti di Rilevante Interesse d’Ateneo) dell’Università della Valle d’Aosta, col progetto Antroponimia plurilingue: storia della lingua e storia delle identità attraverso i dati dell'ASAVDA-Archivio Storico dell'Antroponimia Valdostana. È inoltre fondatore e direttore della rivista QuaDISS - Quaderni Didattici per l’Insegnamento nelle Scuole Superiori. Nell'ambito delle scienze del linguaggio si occupa principalmente di dialettologia e geolinguistica, di onomastica, di linguistica storica italiana e romanza, di sociolinguistica.