Dal 2 marzo riprendono le attività didattiche dell’Univda

A partire da lunedì 2 marzo 2020, l’Università della Valle d’Aosta assicura nuovamente il regolare svolgimento delle attività didattiche, salvo diverse determinazioni delle competenti Autorità.

Saranno ripristinati i consueti orari di apertura al pubblico delle aule studio, della biblioteca e degli uffici amministrativi (privilegiando comunque le usuali modalità di contatto telematiche o telefoniche). Al riguardo, si invitano tutti gli utenti a utilizzare i servizi presenti in Ateneo con attenzione, seguendo scrupolosamente le indicazioni generali delle autorità sanitarie (come lavarsi frequentemente le mani, ecc).

Come risulta evidente dalle comunicazioni dei competenti servizi sanitari, la nostra Università non è in una zona di diffusione e il rischio per la popolazione studentesca, come per quella adulta, è comunque contenuto. In ogni caso, di fronte a una malattia infettiva è utile mantenere un comportamento volto alla massima precauzione.

Al fine di continuare a garantire adeguate misure di prevenzione contro la diffusione del coronavirus Covid-19, a tutela della collettività, si invitano tutti coloro che si sono recati recentemente nelle “zone rosse” o che hanno avuto contatti con soggetti potenzialmente contagiati ad assumere un comportamento responsabile, evitando di recarsi presso le sedi dell’Ateneo.

A beneficio degli studenti ai quali non è consentita la partecipazione alle lezioni, l’Università sta valutando l’introduzione di strumenti per la didattica a distanza, con le modalità che saranno ritenute idonee dai docenti titolari di ciascun insegnamento. I docenti saranno disponibili a interagire con gli studenti a distanza, prioritariamente via mail, al fine di limitare i disagi legati alla mancata possibilità di presenza in aula.

Gli aggiornamenti in merito a eventuali variazioni degli orari delle lezioni e/o all’attivazione di strumenti per la didattica a distanza saranno tempestivamente comunicati tramite posta elettronica a tutti gli utenti. Ulteriori informazioni saranno pubblicate sul sito internet di Ateneo.

 

Salva