Percorsi di specializzazione per il Sostegno a.a. 2019/2020

L’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste ha attivato, nell’anno accademico 2019/2020, i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell’articolo 13 del D.M. 10 settembre 2010, n. 249.

A conclusione dei percorsi, il candidato che supera, con esito favorevole, l’esame finale, consegue il diploma di specializzazione per l’attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità per il relativo grado di scuola.

Ciascun percorso ha durata di almeno 8 mesi e prevede il conseguimento di 60 crediti formativi universitari (CFU) così suddivisi:

  • 36 cfu – insegnamenti disciplinari (M-PED/03, M-PED/01, M-PSI/04, IUS/09, MED/39)
  • 9 cfu – laboratori
  • 6 cfu – tirocinio diretto
  • 3 cfu – tirocinio indiretto
  • 3 cfu – nuove tecnologie per l’apprendimento (TIC)
  • 3 cfu – prova finale

Maggiori dettagli sono contenuti nell’ordinamento didattico del percorso.

La FREQUENZA è obbligatoria, secondo le seguenti disposizioni:

  • per ciascun insegnamento le assenze sono consentite nella percentuale massima del 20%. Il monte ore relativo deve essere recuperato tramite attività online, predisposte dal titolare dell’insegnamento;
  • per i laboratori e il tirocinio vige l’obbligo integrale di frequenza delle attività previste, senza riduzioni né recuperi.

In caso di mancato assolvimento dell’obbligo di frequenza, non è possibile acquisire i relativi crediti formativi.

INCOMPATIBILITÀ

Si ricorda che l’iscrizione ai percorsi di specializzazione per il sostegno agli alunni con disabilità è incompatibile con l’iscrizione ai corsi di dottorato di ricerca e con qualsiasi altro corso che dia diritto all’acquisizione di crediti formativi universitari o accademici in Italia o all’estero, da qualsiasi ente organizzati. Chi fosse già iscritto a uno di tali corsi dovrà presentare, prima dell’immatricolazione, istanza di sospensione della precedente carriera alla segreteria studenti di riferimento.

ISCRIZIONE IN SOVRANNUMERO

Sono altresì ammessi in soprannumero ai relativi percorsi i soggetti che, in occasione dei precedenti cicli di specializzazione, ai sensi dell’art.4, comma 4 del D.M. dell’8 febbraio 2019, n. 92:

  1. abbiano sospeso il percorso ovvero, pur in posizione utile, non si siano iscritti al percorso;
  2. siano risultati vincitori di più procedure e abbiano esercitato le relative opzioni;
  3. siano risultati inseriti nelle rispettive graduatorie di merito, ma non in posizione utile.

Come indicato nella nota del MIUR prot. 0034823 del 7 novembre 2019 i soggetti aventi diritto potranno presentare domanda presso le stesse sedi in cui hanno sostenuto le prove, salvo motivata deroga che sarà gestita direttamente tra le istituzioni accademiche interessate.

AMMISSIONE AI PERCORSI

Indicazioni sul numero di posti disponibili e sui requisiti di ammissione sono contenute nel bando per l’ammissione.

Nella stessa pagina sono pubblicati gli elenchi dei candidati ammessi alle prove di accesso, suddivisi per ordine di scuola.

Per i candidati interessati ai percorsi per la scuola dell’infanzia l’Università degli studi di Torino, nell’ambito del proprio bando di ammissione, ha riservato n. 5 posti a residenti in Valle d’Aosta.

ESONERO DAL TEST PRESELETTIVO (Decreto MI/MUR n. 90/2020)

I docenti con tre annualità di servizio, anche non consecutive sullo specifico posto di sostegno del grado cui si riferisce la procedura, accedono direttamente alle prove scritte e sono pertanto esonerati dal test preselettivo.

Si precisa che:

  • le tre annualità di servizio devono essere maturate negli ultimi 10 anni e nel medesimo ordine di scuola per il quale si concorre;
  • i candidati devono presentare domanda di ammissione alle selezioni come previsto dal bando, caricando l’autocertificazione obbligatoria e pagando la quota di ammissione prima dello svolgimento del test preselettivo;
  • l’iter di selezione prevede un test preselettivo, una prova scritta, una prova orale e una valutazione dei titoli di studio e professionali sugli argomenti e con le modalità previste dal bando;
  • le domande presentate restano valide ed è possibile modificarle/integrarle fino al 31 agosto 2020 unicamente aggiungendo titoli previsti dal bando, tra i quali le annualità di servizio maturate.

 

Salva